Vicenza, Lunedì 23 Settembre 2019

Il pegno di strumenti finanziari, di azioni e quote.

pegno1GIUSEPPE REBECCA, SILVIA ROSINA
Giuffrè Francis Lefebvre, 2018 - pp. 302 
Acquista il libro su shop.giuffre.it

Presentazione La presente opera, è nata con l’intenzione di approfondire gli aspetti legali che caratterizzano il pegno di strumenti finanziari, di azioni e quote. Si sono affrontati i momenti più importanti che caratterizzano i contratti di garanzia costituiti su beni mobili: la costituzione, l’efficacia, l’escussione e l’opponibilità della garanzia.

Le principali questioni che caratterizzano il pegno di garanzia sono state affrontate per aree tematiche. Nella prima parte del libro è approfondito il pegno di beni mobili e di diritti di credito, con particolare attenzione alle modalità di costituzione ed alle condizioni di opponibilità della garanzia. La valutazione delle condizioni richieste per la garanzia è accompagnata dall’approfondimento delle principali clausole da seguire nella redazione dei contratti di finanziamento garantiti da un contratto di pegno.

La particolare natura giuridica che contraddistingue determinate tipologie di beni mobili si riflette anche nelle modalità di costituzione dei vincoli reali. Per questa ragione la seconda e la terza parte sono dedicate all’approfondimento delle normative necessarie per costituire la garanzia su azioni, quotate e non, su attività finanziarie, su quote di società a responsabilità limitata e su quote di società a nome collettivo. Nella quarta parte è descritta la forma rotativa del pegno mentre l’ultima parte è dedicata all’analisi della revocazione della garanzia, sia ordinaria che fallimentare, ed alle diverse modalità che possono essere utilizzate nella fase di realizzo del credito garantito.

Conclude l’opera un’aggiornata appendice normativa. Infine, un particolare ringraziamento all’avvocato Filippo Baggio, all’avv. Federico Callegaro, cultore della materia della Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Verona per i preziosi suggerimenti, nonché infine agli avvocati Francesco Pozziani, Daniela Torcivia e al dottor Luca Benetti, amici e colleghi per il loro contributo nell’attività di ricerca.

Giuseppe Rebecca, Silvia Rosina
Vicenza, luglio 2018

Stampa Email