Vicenza, Domenica 1 Novembre 2020

>> Anno 2019

Procedure concorsuali virtuose?

di Giuseppe Rebecca
Il Commercialista Veneto, N. 251 settembre/ottobre 2019

Anche le procedure concorsuali potrebbero essere virtuose, e utili al sostegno del terzo settore, il volontariato.

Un’idea semplice. Stabilire per legge che, salvo diversa opzione da fare in sede di domanda di ammissione al passivo, le somme eventualmente dovute in sede di riparto inferiori ad un certo importo (20 euro? 50 euro?; il costo di gestione per chi eroga e per chi riceve non pare adeguato all’importo) vadano versati ad un soggetto tra quelli destinatari del 5 per mille da segnalare in sede di domanda. In caso di mancata indicazione, lasciare la scelta al curatore (per strutture con sede nel circondario del Tribunale di riferimento) o al comitato dei creditori.

Così potrà essere finanziata la ricerca, l’assistenza, il volontariato. Magari potrebbero essere destinate al volontariato, su indicazione da parte del comitato dei creditori, anche le somme destinate ai creditori irreperibili, oggi alla fine incassate dallo Stato.

Stampa Email