Vicenza, Sabato 28 Novembre 2020

>> Anno 2005

PEX: Il requisito della commercialità

di Giuseppe Rebecca
Il Fisco, N. 33/2005

L'art. 87 del Tuir (approvato con D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 9 17) titolato "Plusvalenze esenti" prevede al comma 1 il rispetto di quattro requisiti per poter fruire dell'esenzione. Si tratta della participatioiz exemplion per la quale necessitano: a) l'ininterrotto possesso dal primo giorno del dodicesimo mese precedente la cessione (utilizzando il metodo Lilo); b) la classificazione tra le immobilizzazioni finanziarie nel primo bilancio chiuso pendente il possesso; C) la sede in uno Stato a regime fiscale non agevolato; d) la commercialità. In questo articolo tratteremo appunto di quest'ultimo aspetto, la commercialità. La nonna prevede che, per poter fruire del regime PEX, ci sia, tra l'altro, l'"esercizio da parte della società partecipata di un'impresa commerciale secondo la definizione di cui all'articolo 55 ...". Sempre in tale disposizione è esclusa la commercialità, per presunzione assoluta, per le partecipazioni in società immobiliari di gestione. Per determinare se una società rientri o meno nella categoria delle società immobiliari è da valutare tutto il patrimonio esistente, rapportandolo ai valori degli immobili, con riferimento ai valori di mercato, come si vedrà più dettagliatamente in seguito. La prevalenza deve essere poi periodicamente verificata. Al momento del realizzo, il requisito deve sussistere ininterrottamente almeno dall'inizio del terzo periodo di imposta anteriore al realizzo della partecipazione (art. 87, comma 2). (...)

Stampa Email